EUROCULTURA NASCE IL GRUPPO INTER-ISTITUZIONALE DELLA REGIONE ABRUZZO

E’ stato presentato questa mattina nella sede della Regione Abruzzo a Pescara il gruppo di lavoro inter-istituzionale denominato Eurocultura Abruzzo, nato dalla sinergia tra Consiglio e Giunta regionale, con l’obiettivo di supportare le associazioni e gli enti culturali nella conoscenza, nell’accesso e nell’utilizzo di fondi europei.

All’incontro erano presenti il Consigliere con delega alla Cultura Luciano Monticelli, il direttore del Dipartimento della Presidenza e Rapporti con l’Europa Vincenzo Rivera, l’Autorità di Gestione del Programma IPA Adriatic Paola Di Salvatore, il dirigente del Servizio Beni e Attività Culturali, Francesco Tentarelli e il dirigente del Servizio Affari Istituzionali del Consiglio regionale Giovanni Giardino.

“Abbiamo pensato di creare questa innovativa struttura – ha spiegato Luciano Monticelli – con l’intento di fornire un aiuto concreto agli operatori culturali nella ricerca delle risorse e dei finanziamenti europei, un ambito per molti ancora sconosciuto e inesplorato. Con questo progetto, inoltre, intendiamo risaldare i rapporti e le relazioni della Macroregione adriatica su un segmento cruciale quale quello della cultura. Siamo consapevoli che si tratta di una grande sfida che accogliamo con entusiasmo, certi di poter dare un contributo importante a un settore che costituisce parte integrante del profilo identitario della nostra regione”.

“Raccogliamo un’esigenza ormai ineludibile – ha aggiunto l’avv. Paola Di Salvatore – quella di formare il territorio sull’utilizzo delle risorse europee che rappresenta uno straordinario volano per promuovere lo sviluppo culturale dell’Abruzzo. Anche grazie all’esperienza di IPA Adriatic vogliamo essere di aiuto alla crescita della conoscenza e alla capacità di accesso ai fondi da parte degli enti e degli operatori culturali locali perseguendo gli obiettivi di rafforzare la competitività e la capacità finanziaria, di supportare la capacità di operare a livello nazionale e transnazionale e di promuovere in questi ambiti la circolazione delle opere culturali e creative, di favorire l’attività di co-progettazione tra la Regione Abruzzo e tutti gli enti pubblici e privati del settore (associazioni, fondazioni, università e centri di ricerca), nonché di contribuire al coordinamento tra i fondi POR FESR ed FSE, i PON e gli altri strumenti della programmazione diretta, della Cooperazione Territoriale Europea e del finanziamento nazionale dei programmi FSC nella realizzazione di progetti”.

Tra le prime attività in programma, la pubblicazione di due bandi dedicati al cinema e la costituzione di una piattaforma informatica che, come ha sottolineato il direttore Vincenzo Rivera “costituirà un punto di riferimento per lo scambio delle informazioni tra la Regione e gli enti culturali. A questo primo step pensiamo di far seguire anche l’apertura di un front office”. Il direttore Rivera ha poi spiegato che gli uffici regionali stanno procedendo alla revisione e all’aggiornamento delle normative di settore, per adeguarle alle disposizioni europee. “L’attività legislativa – ha continuato Rivera – va ripensata per superare i limiti culturali e favorire la possibilità di accedere a strumenti di finanziamento che non siano esclusivamente regionali. Un apposito focus dedicato all’europrogettazione sarà organizzato all’interno dell’evento di Fonderia Abruzzo in programma all’interno della Badia Celestiniana di Sulmona, sito pilota culturale della nuova programmazione.

IMG_9279

IMG_9291

IMG_9264