Progetto Adriatic +: oggi, a Pescara, il rilascio in mare di due tartarughe Caretta caretta

Ipa

Oggi, giovedì 30 Giugno, alle ore 16,30 presso la stazione navale della Guardia Costiera (ormeggio motovedetta CP292) al Porto turistico “Marina di Pescara” saranno rilasciate in mare due tartarughe Caretta caretta accolte nel centro di recupero e riabilitazione “Luigi Cagnolaro ” di Pescara.

Si tratta di un evento che nasce per accrescere la consapevolezza riguardo alla ricchezza di un bene comune come il nostro mare, il Comune di Pescara ha previsto attività di sensibilizzazione destinate ai giovani a favore della tutela e conservazione di alcune specie animali a rischio di estinzione, in particolare le tartarughe marine. A tale proposito l’Assessore alla Tutela del Mondo Animale Sandra Santavenere, insieme con l’assessore alle Politiche Sociali Giuliano Diodati hanno voluto coinvolgere nell’evento di rilascio 25 ragazzi diversamente abili, seguiti dalle Associazioni del settore sociale di riferimento.

L’attività è realizzata nell’ambito del progetto di capitalizzazione Adriatic Plus finanziato dal programma IPA Adriatic 2007/2013 ed è parte delle attività di sensibilizzazione che il territorio rivolge alla politica di salvaguardia e conservazione dell’ambiente marino.

“L’evento ha lo scopo di coinvolgere i giovani ragazzi in un momento di alta valenza sociale quale quello del rilascio in libertà degli animali dopo un periodo di cura e riabilitazione che si è svolto durante i  mesi invernali con il supporto dei veterinari e biologi marini del Centro Studi Cetacei ONLUS presso il Centro di recupero del Comune di Pescara – illustrano l’assessore alla Tutela del Mondo Animale Sandra Santavenere e l’assessore alle Politiche Sociali Giuliano Diodati  – Ognuna delle tartarughe, pescata accidentalmente, è stata immediatamente segnalata come “cattura accessoria” dagli stessi pescatori i quali, negli anni, hanno sviluppato una notevole sensibilità nei confronti delle specie minacciate di estinzione collaborando attivamente nel loro recupero.

Stiamo lavorando per promuovere un nuovo rapporto di rispetto e tutela della biodiversità e dell’ambiente marino. Lo facciamo in una città di mare, che vuole promuovere una sensibilità nuova su quello che è uno dei suoi elementi naturali genetici e che porteremo avanti coinvolgendo in questa azione anche altri comparti, come il turismo, l’ambiente, il commercio, il sociale, lo sport. L’evento è una delle iniziative del progetto Adriatic Plus, di cui il Comune di Pescara è capofila e che nasce proprio per promuovere questa visione a 360 gradi, che vogliamo condividere con i nostri partner di progetto. Abbiamo iniziato a Maggio, andremo avanti  fino a Novembre con  l’obiettivo di condividere esperienze di gestione dell’ambiente marino e costiero nel bacino dell’Adriatico al fine di migliorare lo stato di salute del mare Adriatico, affrontare il problema della qualità ambientale con riferimento agli ecosistemi marino, costiero e terrestre, attraverso una cooperazione macro-regionale, al fine di garantire il benessere economico e sociale delle comunità.

L’attività sarà tangibile anche in Luglio con altre iniziative che coinvolgeranno direttamente anche la città, mirate a promuovere la biodiversità come elemento di crescita territoriale per lo sviluppo del turismo sostenibile”.